Architecture

LEG – LEGO HOUSE

Ott 13, 2017 admin

casa lego

A Billund, in Danimarca, inaugura la Lego House, la prima casa Lego fatta di mattoni veri.

Il mondo inventato dal falegname e artigiano di giocattoli danese Ole Kirk Kristiansen (che, nel 1932, apre un piccolo laboratorio a Billund, attività poi tramandata a figli e nipoti, e oggi terza azienda di giocattoli al mondo), è il mondo delle possibilità infinite. Un mondo di creatività senza confini, dove il concetto di costruzione non conosce limiti né censure. Analogamente all’architettura, disciplina che – di per sé – permette all’uomo di immaginare nuovi mondi, più coinvolgenti ed espressivi di quello esistente, fornendogli altresì gli strumenti per renderli possibili.

Oggi lo studio BIG (Bjarke Ingels), in collaborazione con LEGO, attraverso il progetto di Lego House – un sorprendente edificio simile a una gigantesca costruzione di mattoncini, che ospita il nuovo spazio espositivo del brand di giocattoli, suggella questa analogia.

12.000 metri quadri, x 23 metri di altezza di puro concept Lego, ovvero, l’insieme di valori e la cultura al cuore dell’azienda.

Situata nel cuore di Billund, la Lego House è di fatto parte del tessuto urbano. 21 blocchi sovrapposti, che si sviluppano attorno a un’estesa “piazza” (una corte centrale di 2.000 metri quadri) illuminata grazie agli interspazi tra i diversi blocchi.

La piazza è uno spazio urbano aperto a tutti, visitatori della Lego House, e cittadini che la utilizzano per muoversi agilmente nel centro cittadino, magari fermandosi per un veloce caffè o un boccone al ristorante della struttura. Sopra la piazza un insieme di gallerie sovrapposte creano una sequenza continua. Ciascuna galleria è contraddistinta da un colore “primario” di Lego, che offre a visitatori e avventori una coinvolgente esperienza cromatica.

I primi due piani ospitano quattro aree gioco, ancora una volta scandite da un colore, all’interno delle quali sono organizzate varie attività ludiche ed educative (rossa, quella delle attività creative, blu cognitive, verde sociali, gialla emozionali). Bambini di tutte le età possono dunque godere un’esperienza interattiva, permettere alla propria immaginazione di spaziare in libertà e, perché no, conoscere altri “costruttori” provenienti da tutto il mondo.

A coronare il blocco principale (la Masterpiece Gallery), una terrazza panoramica con vista a 360° sulla città e, al livello inferiore, la History Collection, un corposo archivio da dove partire per un viaggio nella storia nel magico mondo Lego.

Foto Iwan Baan e Kim Christensen