Events

IL VOLTO DI ANDREA PALLADIO

Mag 26, 2017 admin

andrea palladio

ALESSANDRO SCANDURRA PROGETTA LA MOSTRA IN ONORE DEL CELEBRE ARCHITETTO

Per la prima volta al Palladio Museum di Vicenza una mostra tenta di ricostruire tutta la complicata storia del volto del mitico architetto Andrea Palladio, esito di un’accanita ricerca scientifica che si snoda lungo cinque secoli fra dipinti falsificati, equivoci ed errori.
L’allestimento della mostra, progettato da Alessandro Scandurra con Scandurra Studio, restituisce l’atmosfera delle detective-story. Accanto ad ogni dipinto il visitatore trova infatti dei tavoli luminosi in cui sono presentati i “reperti” ritrovati nell’indagine: radiografie di quadri, sezioni stratigrafiche che evidenziano la successione di pellicole pittoriche, antiche fotografie, documenti. In questo modo è possibile verificare le ipotesi proposte in mostra
e ritrovare il “proprio” Palladio.
“Pannelli specchianti contrapposti segnano un andamento spezzato e le angolature producono un particolare effetto di riflessione continua tra palazzo, ritratti e persone. Cercare il volto di Palladio significa capire perché Palladio, a differenza dei suoi colleghi, non ha voluto la sua immagine per effigiare i propri scritti: è soltanto la loro diffusione, infatti, la vera testimonianza del suo pensiero. Una diffusione democratica della sua architettura, riproducibile come un kit di montaggio”, spiega Alessandro Scandurra.
Del più conosciuto architetto degli ultimi cinque secoli non esiste un ritratto cinquecentesco: sappiamo da Giorgio
Vasari che ne sono esistiti almeno due, ma di entrambi si sono perse le tracce. Per questo motivo gli inglesi, nel Settecento, inventarono un volto di Palladio, così come anche gli italiani.
Resta ancora un mistero del perchè Palladio non volle mai farsi ritrarre nei suoi libri?
Guido Beltramini, curatore della mostra racconta: “Forse per una certa ritrosia veneta, ma penso fosse piuttosto una volontà di potenza. I suoi libri sono un manuale per cambiare il mondo, istruzioni per un’architettura utile, bella e poco costosa, che vive nel futuro. Se avesse inserito il suo volto, sarebbe stato “solo” il libro di Palladio. Così invece è il libro di tutti noi”.
La mostra è visitabile fino al 18 giugno 2017.
Museo Palladio
Palazzo Barbaran, Contrà Porti, 11, 36100 Vicenza VI