DESIGN

CALIA ITALIA AGLI INTERNAZIONALI BNL D’ITALIA A ROMA

Mag 10, 2017 admin

L’AZIENDA DI MATERA HA ALLESTITO CON I SUOI DIVANI LE CINQUE LOUNGE DELLA MANIFESTAZIONE DI TENNIS AL FORO ITALICO DI ROMA E REALIZZATO UNA LIMITED EDITION DI POLTRONA POLI DEDICATA AL TENNIS

Calia Italia, l’azienda di Matera più antica del Distretto del Mobile imbottito, dal 10 al 21 maggio sarà presente a Roma agli Internazionali BNL d’Italia, il più importante torneo tennistico a livello nazionale.

 Cinque lounge che vedono protagonisti i divani di punta dell’azienda: Privè, caratterizzato da forme squadrate, Duca, presente anche in versione poltrona, elegante e senza tempo, Belle Epoque, caratterizzato dall’inconfondibile lavorazione capitonnè e Modula, dalle infinite combinazioni.

In esclusiva la Sala presidenziale vedrà protagonista una limited edition dell’iconica poltroncina Poli, rivisitata per l’occasione in una veste unica: un velluto stampato che ripercorre la storia del tennis, in particolare, l’abbigliamento usato dagli stessi sportivi a partire dal 1800. Quello che Calia vuole trasmettere attraverso questa rivisitazione è l’evoluzione dello stile nel corso del tempo: da un abbigliamento con gonne lunghe e pantaloni, fino al look sportivo e pratico del tennis come lo conosciamo oggi. Una ricerca stilistica, quella del centro studi Calia Italia, che racconta come le tendenze, la moda e la cultura condizionino lo sport e i suoi ambienti.

Le lounge ospiteranno inoltre dal 14 al 21 maggio la quinta edizione della mostra di arte e design “Le Joie di Vivre”, cui soggetto principale sarà la giovinezza, qualità che può essere riassunta in questo celebre motto francese. La mostra è stata organizzata dalla galleria di arte contemporanea Ex-Elettrofonica con l’architetto Daniele Dalla Porta, designer dei modelli Modula, Privè e Duca dell’azienda di Matera.

Il visitatore delle Internazionali di tennis, nelle lounge allestite da Calia Italia, potrà riscoprire lo sport attraverso nuovi occhi, quelli del confort e del relax, senza rinunciare a un design distintivo, unico nel suo genere e fuso con l’arte contemporanea.